15/12/07

Gold Dust Woman

Diagnosi: squilibrio fra i fattori aggressivi (acido cloridrico, pepsina...) e fattori protettivi (barriera della mucosa, secrezione di bicarbonato...), nessuna presenza di Helicobacter pylori. In parole povere mi stavo bucando il duodeno con i miei succhi gastrici. La' dove lui fa una curva c'era una bella pozzangheretta...che mi stava scavando la fossa. Rischio lacerazioni. Tre gastroenterologi su quattro avevano individuato la stessa causa: depressione. Mi stavo autopunendo, mi stavo facendo del male da sola, nessuna causa biologica, solo psichica.
Uno addirittura era stato diretto e terroristico: ha due possibilita' signorina, uno, mi rende ricco ed ogni anno si fa ricucire uno dei buchi che si procura, tanto quando il corpo ha imparato... non esistono farmaci di nessun tipo; due, entra in terapia questa settimana stessa, ed io le prometto che in due mesi, senza operare, le pareti del suo duodeno ritornano allo spessore normale. E non prenda sottogamba quello che le sto dicendo: sta messa peggio dei mie pazienti con tumore.
Dopo di lui ne ho sentiti altri tre. Perche' nn si dica che mi fido del primo che passa.
A ricordarmi quelle parole c'è una ecografia che ho tenuto, l'ultima, dove non si vede nessuna differenza di spessore nelle pareti, appunto guarita, come disse lui in due mesi; ma ad un occhio piu' attento ed esperto so indicare l'esatto punto di una piccola cicatrice...perche' i dolori lasciano il segno, a futura memoria.
Ma la depressione è ancora li', mi ferisce in modi diversi, anche se nn piu' al duodeno.
La depressione è una malattia, non si cura con un'aspirina nè con un esorcismo. Non te la cerchi, non è contagiosa. Te la trovi addosso, è la tua seconda pelle, sei te. E' come essere Batman e Joker, Superman e Lex Luthor, Spiderman e Green Goblin, purtroppo nello stesso corpo. Come fai a combatterti senza distruggerti o annullarti? Ed allo stesso tempo sei la peggior nemica di te stessa.
In Italia colpisce l'11% della popolazione (dati 2004 Istituto Superiore della Sanita')...in realta' questa è la percentuale di quelli a cui è stata diagnosticata...manca tutto il sommerso, perche' ci si vergogna...
E' una malattia...circondata da ignoranza e disinformazione che generano numerosi pregiudizi. La maggior parte delle persone la scambia per un dramma esistenziale o un problema esclusivamente psicologico, ritiene che l'unica terapia giusta sia farsi forza e reagire, peccato che sono atteggiamenti controproducenti. La depressione è una condizione patologica debilitante. Cioe' è una malattia come un altra. Colpisce anima ed il corpo, ne sottolinea l'indistruttibile legame, l'interdipendenza e per questo combatti su tutti i fronti una guerra impari.

E tu sei lì ad accettare una malattia che nessuno capisce, che molti giudicano, che altri vorrebbero passasse in silenzio, a cercare di curarti e di vivere. Certe volte mi sembra di scavarmi la fossa con un cucchiaino d'argento, lentamente ed inesorabilmente. Uno stillicidio. Come le gocce di succhi gastrici sul mio duodeno.



Rock on, gold dust woman,
take your silver spoon, dig your grave.
Heartless challenge,
pick your path and I'll pray.
Wake up in the mornin',
see your sunrise loves to go down.
Lousy lovers pick their prey,
but they never cry out loud,
cry out.
Well, did she make you cry,
make you break down,
shatter your illusions of love?
And is it over now?
Do you know how to pick up the pieces
and go home? Mmm...
Rock on, ancient queen,
follow those who pale in your shadow.
Rulers make bad lovers.
You better put your kingdom up for sale,
up for sale.
Well, did she make you cry,
make you break down,
shatter your illusions of love?
Well, is it over now?
Do you know how to pick up the pieces
and go home?
Well, did she make you cry,
make you break down,
shatter your illusions of love?
And now tell me, is it over now?
Do you know how to pick up the pieces
and go home, and go home?
You pale shadow of a woman.
Black widow.
Pale shadow of a dragon.
Black widow.
Black widow.

Gold Dust Woman
Fleetwood mac

5 commenti:

ehvvivi ha detto...

però si guarisce, lo sai, no? :)

Anael - www.piccolestorienotturne.splinder.com ha detto...

Per una vita ho pensato anche io che 'basta volerlo, basta farsi forza'.
Poi ho capito.
E' dura tenerlo sotto controllo, ma un passo alla volta, e tendendo le mani...
Uscirne non lo so, forse non ci si riesce mai del tutto, ma con pazienza si può capire quando la spia rossa sta lampeggiando, e correre ai ripari prima che sia troppo tardi.
E' importante trovare delle mani da afferrare però, e capire quali ti terranno salda senza stancarsi.
Te ne auguro tante intorno.
Abbraccio.
A. felice di essere di nuovo al nido.

LALLA ha detto...

PASSERA'... PASSERA' ...
Ricordati che nn sei sola e che TI VOGLIO UN MONDO DI BENE!

Anonimo ha detto...

Ne ho sofferto anch'io, una brutta bestia davvero, peggio del cancro, perchè quando il nemico è "altro da te" lo combatti, ti viene una gran voglia di vivere. La terapia funziona, bisogna essere tenaci e non arrendersi.
Tieni duro, so che ce la farai. Un bacio. :)

Anonimo ha detto...

Ero io: Cumino....