25/10/07

Intermezzo

Sono stata due mesi a Roma a non fare niente. Sono scesa dalla giostra a guardare gli altri vivere. Sono andata a Sharm el Sheik con mia madre. Ho tinto i capelli di rosso. Sono a brux a preparare gli scatoloni per il trasloco, torno a Roma. Fa freddo, c'è aria di neve e di Natale. Sono stati giorni difficili ed intensi, questo posto in questo momento mi da' solo brutte emozioni. Nick viene ad aiutarmi ed a bere birra insieme. Casa è un bordello e mi è pure venuto il ciclo con due settimane di anticipo.
Ah, dimenticavo, la vita è un flipper e non una giostra. Tu pensi di essere scesa dal cavalluccio e di startene li' tranquilla e spenta per un po' a leccarti il tuo cono gelato in santa pace. Ma come dice Nick la vita è piu' forte. Mentre tu stai li' e ti sembra di essere l'essere piu' inutile e spento del mondo arriva un caveliere su un cavallo grigio e ti chiede se hai impegni per il resto della tua vita e se ti andrebbe di passarla con lui.
A te cade il gelato sul vestito della festa.
Una pallina del flipper ti ha colpita...
Guardatevi le spalle.

E' l'amore, non la filosofia tedesca,
la vera spiegazione di questo mondo
quale che sia la spiegazione dell'altro
Oscar Wilde

5 commenti:

mousi ha detto...

La vita è un flipper, ma anche una giostra. Anzi, tante giostre, un Luna Park dove ridere ed essere felici come bambini tutti i giorni. E nei momenti di difficoltà, un po' di zucchero filato...

La giostra della memoria (F.Mannoia)

Non m'addormentavo
se non avevo certe favole fantastiche
e la mattina dopo
trovavo il mondo ancora mio
per poco
non mi confondevo
se non vi vedevo ancora pronti per discutere
e mi sembrava un gioco
chiedere sorridendo poi
datevi un bacio, un bacio...dai

e andavo via
ma mi faceva compagnia
ogni parola che sentivo pronunciare a casa mia
avevo già tutte le mie curiosità
ma non sapevo di dolori, poesie, difficoltà
non avevo limiti
e parlavo agli angeli.

Non vi comprendevo
se dicevate che domani
sarei stata io
quella che se ne andava
e intanto il mondo accanto a voi cambiava
se vi giudicavo
usavo il metro dell'amore e della logica
e intanto mi aspettava
la grande confusione che
la vita avrebbe fatto in me

c'è un giorno poi
che non è tutto come vuoi
tra le persone che non possono restare più con noi
e sento già
crescere dentro un'ansietà
per non sapere immaginare il peso della realtà
ma non ci sono limiti
per parlare agli angeli
qualcuno ascolta

rainbowsparks ha detto...

Amica che bello. Che bello davvero. Non sparire più. T'abbraccio.

LALLA ha detto...

Hai sempre la capacità di farmi venire il lucciconi ... mi emozioni sempre ... ma quanto è bello vivere per s
entire e leggere tutto questo e ancora di + ... almeno è quello che ti auguro con tutto il cuore!
TI VOGLIO BENE!

ProfumoDiNebbia ha detto...

Molto vile però fare proposte di matrimonio mentre si sta mangiando un gelato...

Anonimo ha detto...

1)Mah....!

2)Alla faccia der Cazzo, avrebbe detto mi nonna ( bonanima )

Ma famme capì....questO spunta dar nulla mentre te gusti er gelato, per la prima volta dopo 8 mesi de Guerra e te dice: che c'hai da fa ner resto della vita tua???

Cazzo Marià, n'attimo de buon senso: prima fammelo finì er Gelato avrei detto Io!

Neanche er Visir avrebbe immaginato tanto.

Attendo Incontro, qui serve riunione del Gabinetto della Difesa.

Per ora stranito.
La ragione non mi assiste dopo averti letto.

Un bacio e un grazie a Philp che t'ha fatto connette.