07/09/07

P E N U L T I M O P O S T

Sapevo che quando il countdown avesse finito il suo conto alla rovescia sarebbe stato il momento… ma ho fatto finta di nulla. Poi il raffreddore, il primo dopo 8 mesi di tempo brussellese... sole, vento, pioggia e vento e sole e pioggia e via cosi’ e mai neanche un accenno di “effetti da raffreddamento”. E di botto eccolo, che non mi ricordavo piu’ neppure come si starnutiva. Un chiaro segno, ma ho fatto finta di nulla. Ma quando stasera dopo 8 lunghi mesi di furto di wireless, il mitico Philips WiFi era bloccato con password, ho detto e’ tempo di farlo, è tempo di scrivere il penultimo post.

Vi avverto, questo e’ un post lungo, quindi, attrezzatevi con birre, panini, soft drinks, popcorn, patatine e dolcetti vari, ed ogni genere di conforto, che ci vorra’ tempo.

Perche’ il penultimo post: perche’ l’ultimo lo scrivero’ fra un po’, quando saro’ piu’ serena e potro’ fare una valutazione piu’ ponderata di questo tempo.

Ho riletto il mio blog, dal primo post all’ultimo, come nn fosse il mio blog. Come se parlasse di un’altra. Ma l’altra ero e sono io.

Ho aperto questo blog con uno scopo ben preciso: aggiornare le persone a cui volevo bene sulla mia vita a Bruxelles. Non mi andava di scrivere 30 mail uguali al mese, ne’ tanto meno di fare una newsletter. Alcune persone mi hanno consigliato di aprire un blog (che all’epoca manco sapevo cos’era). L’idea era di raccontare il periodo di “settle down”, tutto quanto era legato al Belgio e alla citta’ di Brux ed in parte alle “avventure” di una just elected General Secretary.

Ma che ci faccio a Brux? Bhe’ ci sono venuta per realizzare un sogno: volevo unire le mie capacita’ professionali, si direbbe i mie skills ed il mio know-how, a dei contenuti che mi fossero piu’ consoni. Per cui ho partecipato alla selezione per General Secretary per una NGO con sede a Brux. Mi hanno assunta. Ho traslocato e pensavo di starci per 4 anni. Invece quest’avventura e’ durata 8 mesi. Ci vorra’ tempo per capire perche’ il sogno non si e’ realizzato, ma sono ancora convinta che ho fatto la scelta migliore, non era il posto per me. Ma mi voglio prendere tutto il tempo necessario a decantare ed elaborare e poi scrivero’.

E il blog?
Il blog si e’ evoluto nel tempo, da semplice luogo di racconti di vita quotidiana e’ diventato il luogo della riflessine prima e della condivisione poi. Della scoperta della blogosfera e dei blogger. Di un mondo di cui ignoravo l’esistenza. Un mondo che rispecchia in pieno la realta’ che ci circonda, e’ una delle espressioni dell’umanita’ varia che attraversa il nostro tempo. Non mi va e neanche penso sia necessario chiedersi perche’... c’e’, esiste, basta. Le disquizioni sociologiche, storiche e psicologiche le lascio a chi di competenza, che io a mala pena so scrivere “ha” con l’”h” quando necessario.

Io so quello che ho esperito.
Ho visto la bellezza, gia’, non pensavo si potesse, non cosi’ almeno, ma ho visto la bellezza dell’umanita’ e la sua fragilita’, ma piu’ di tutte la bellezza. Mi sono chiesta tante volte che cappero volesse dire “fatti a sua immagine e somiglianza”... vuol dire belli di una bellezza struggente ed unica come solo un essere umano puo’ essere, maschio o femmina che sia, non ha importanza. Ma io non so scrivere bene, non sono capace di manipolare le parole perche’ quello che sento esca chiaro anche per chi legge. Eppoi mi chiedo se si possa... si puo’? Io ho esperito, parlo per esperienza, un esperienza mia, unica ed irripetibile. Perche’ a farla sono stata io. Vi consiglio di farla, da’ molto di piu’ del tempo che chiede... rischiate solo di ammalarvi e di diventare blog dipendenti, ma qui il gioco vale la candela, parola di blogger (seeeeee vabbe’, diciamo aspirante tale, va’).

Per cui vi racconto la mia di esperienza: nessuna pretesa di oggettivita’, anzi pretesa di soggettivita’ piena e densa.

Ho incontrato La Vale perche’ cercavo un modello di blog che mi piacesse, e mi sono innamorata, e’ stata ed e’ la mia musa ispiratrice, mi piace tutto di lei. Non scrive solo bene, è il suo modo di essere madre, donna che lavora e si realizza nel lavoro, moglie, dubbi, certezze, scelte, vita.

Seguendo i link di Vale, ho incontrato Rosco, la sua storia di padre, marito, uomo... mi ha fatto ridere a crepapelle e pensare positivo in sere in cui avevo solo voglia di vomitare sulla tastiera. E mi ha insegnato a guardare gli uomini con uno sguardo nuovo.

E di famiglia in famiglia ho incontro Il Mignolo col Prof: la loro saga e’ piu’ avvincente di X-Files, piu’ divertente di Friends e piu’ esilarante di Mr Bean. But on the top of that... grazie Chiara, sempre bello leggerti, ma soprattutto grazie sempre delle tue parole per me.

Laura e’ una bella mamma con tre figli, alle prese con la vita moderna, sono lusingata di poter dire, che con lei ho una mamma per amica.

Angela esiste?: puo’ la prosa essere poesia? Ed essere anche acuta ed intelligente? E sensibile e vera? Si.

Colsenter ha chiuso, e mi dispiace, perche’ tuttora, quando sono giu’, mi faccio un giro, rido a crepapalle e torno alla realta’ con un sorriso.

RainbowSparks e’ allegra e triste, fragile ed energica, fa su e giu’ come una bustina da te, ma e’ viva, esuberante, intelligente e incasinata. Sara’ una gran donna.

Con il politically correct ci si pulisce il c**o. E’ corrosivo, irriverente, sboccato. Il Coniglione non ha modi gentili e non si e’ mai pulito la bocca con il sapone. Ma scrive molto bene ed ha una disincantata, ma acuta capacita’ di analisi della societa’ che lo circonda.

Il Pentolone: braccia rubate all’agricoltura... e meno male. Sti’ ragazzacci non saranno buoni a piantare neanche un seme di coriandolo... perche’ pensano che i coriandoli siano quelli di carnevale. Ma ci sono riflessioni che meritano ed altre da sbellicarsi e basta.

Steff l’ho incontrato per caso, zompettando da un link ad un altro. Ricordi raccolti e raccontati. Ci sono stati post che ho pianto per ore da quanto erano belli. Non fatevi illusioni, puo’ essere piu’ acido di quello che sembra. Ma dietro ci sono una dolcezza ed una sensibilita’ rare, impossibile non vederle. Inoltre ha la pazienza di giobbe con la sottoscritta: utonta e rompiballe.

ehvivi, dice di lei: Sono una donna coi coglioni, dicono. Mica vero: me li fan venire. E' diverso. Quello che ho letto io e' una donna colta, intelligente, sensibile, pratica, autoironica e con un gran senso dell'humor. Eppoi si; certe volte glieli fanno proprio venire.

Dice di essere sommelier, dice che studia ingegneria, dice che lui legge Erodoto direttamente in sanscrito e gioca con San Pietro a tre sette tutti i week-end. Dice. Dice pure che si intende di calcio... ma tifa Inter. Che altro dire... leggetevi l'anonimista. Dai suoi link vi consiglio di fare un salto da 1SporcaDozzina, James, Leuconoe1979, Majika, Momy, Yaila solo per citare quelli che bazzico di piu'.

Il genovese, e' ovviamente di genova, studia teologia e potrebbe addirittura laurearsi, prima o poi. Per perdere tempo scrive sul blog. Non ditegli che gli voglio bene.

Ho letto il suo blog tutto d'un fiato (l'aveva aperto da poco). Ama l'arte e Moretti, legge Benni, sa chi sono gli Yatta Man, ed ha visto Amici mie.... e nel frattempo mi si e' pure innamorato. Marca Budavari e' il mio spasso.

Single si diventa: chi l'ha detto che gli uomini parlano solo di culi, tette, scopate e roba del genere? Anche si, ma non solo.

Cumino l'ho scoperta leggendo un suo commento in un blog che non mi e' piaciuto... pero' il suo commento si. Dice del suo periodo di chemio "ho un po' di rammarico per il tempo andato in sofferenze, cure, ospedale; ma poi penso che il tempo passato non è mai vano perchè non sarei qui. Come diceva Kerouac, è la strada che conta." E continua a piacermi.

Loste c'ha un blog che e' uno schianto. Scrive bene, bilancia sempre in maniera precisa storie, foto e ricette. Mai banale, sempre preciso, con link ad hoc. Fa venir voglia di cucinare ed infatti da quando lo leggo mi arrischio in ricette un po' piu' elaborate. Ma soprattutto Spaccaball (suo figlio) e' il mio mito personale.

Lavitaistruzioniperluso e' una fonte di news bizzarre ed interessanti, mai scontate. Difficilmente viste altrove.

universo femminile, come ho gia' scritto in un mio precedente post e mi ripeto senza negarlo: se una ragazza di diciotto anni diciotto, ha il coraggio, l'energia, la voglia di aprire un blog per la liberta' ed i diritti delle donne. Bhe', c'e' un modello oltre la velina.

"Chissa' se c'e' figa a Bagdad" e' un sito interamente dedicato a Enzo Baldoni, leggetevelo.

Ma allora se mi sono follemente innamorata di questo mondo perche' chiudo il blog? Perche' c'e' un motivo per cui l'ho aperto (vedi titolo) e questo motivo adesso e' decaduto. Non vuol dire scomparire, significa non scrivere piu' qui (a parte l'ultimo post, che seguira'), forse aprirsi un altro blog. Chissa'. Ma questo blog e' fortemente legato ad un avventura che finisce e quindi ha piu' senso chiuderlo che operare una transformazione forzata. Le mie avventure da GS sono finite e questo blog, luogo del racconto, chiude. Ho bisogno di chiudere e voltar pagina.

Questo blog non avrebbe mai visto la luce se non avessi avuto amici cari con cui condividere la mia vita (ciccini e' inutile che vi elenco che lo sapete che siete sempre nel mio cuore), sempre presenti. Mi avete salutata ed incoraggiata con un abbraccio mentre partivo, mi avete consigliato e sostenuto durante questi 8 mesi... state preparando piatti e bicchieri per salutare il mio ritorno. Che dire... arrivo.

Cosa sara'...

23 commenti:

rainbowsparks ha detto...

Sono commossa.
La mia mail è sulla pagina dell'utente di blogger, e il mio cervello ora è a metà in vacanza, ma le tue parole mi hanno commossa, e non ti voglio certo perdere per un penultimo post.
Teniamoci in contatto, se vuoi.

loste ha detto...

Capisco le tue ragioni e le rispetto, ma magari pensaci: oramai ci sei, tanto vale restarci, magari con un altro blog. Spaccaball ti direbbe: "Non puoi mica fare sempre come ti pare... Non sei te il capo !" ;)))

In bocca la lupo.

Loste

il Genovese ha detto...

Sono d'accordizzzzzimo, Non puoi mica fare come ti pare!!

Il blog non è il blog di qualcosa, ma di qualcuno.

Marsinamerica nacque allo stesso modo, per raccontare le mie vicende ammericane, ma rimane a tutt'oggi l'unica finestra del mondo su di me, che lo sai che i miei amici su di me non hanno finestre, ma porte.

Il tuo, poi, ha il pregio di chiamarsi come te, non è giesse.blogspot.com, è tartablu.blogspot.com.

Cambia titolo al blog, prendi tutti i post e mettili da parte, in cassaforte, dove non si perdano e dove non vengano rimossi, e poi torna qui a raccontarti, a farci sentire che anche se sei più vicina geograficamente, non vuoi allontanarti da noi!!

Ciao Tarta, e a presto!!

Anonimo ha detto...

Ciao Stella,
sai far commuovere le persone....e farti amare.

Questo Blog è nato per uno scopo, ora nn c'è più!
Libera di chiuderlo,trasformarlo.
Di scopi ne arriveranno degli altri nella tua vita.

Noi lettori di queste pagine non mancherà la Tartablu di Brux.
Se sarà, mancherà la tartablu delle sue fragilità, esperienze sogni e speranze......

Bloggher, amici, passanti ti chiedono di continuare ad esistere....e come tale scrivere.
Hanno e desiderano la persona che è dietro questo link, parole, immagini, suoni e youtube

Tutti noi ringraziamo Philips WiFi per aver permesso di leggerti e conoscerti sempre più.

Buon ritorno.

mousi ha detto...

Ciao, ebbene sì, mi sono attrezzato. L'ho letto tutto d'un fiato. Ti ringrazio per la citazione. Mi spiace averti scoperto tardi (nel senso che questo blog sta per chiudere). Vorrei averti seguito giornalmente in questi tuoi otto mesi e sai perché? Perché non c'è persona più luminosa di chi insegue un sogno e poi lo affianca, e riesce anche a tenerlo per un po' mano nella mano.
Sei coerente a chiudere un blog quando l'esperienza che ne ha dato vita finisce. Ma io spero che ne aprirai un altro e che avrò il privilegio di leggerti (e anche un po' scoprirti) ancora.
In fondo, i blog sono come le caramelle. E i sogni. Scartato uno, se ne mangia un altro.

Un abbraccio, in attesa dell'ULTIMO POST :-)

cumino ha detto...

Hey, bestia!! Mi sono commossa... ^^' Vorrei anch'io festeggiarti, in ogni caso non sparire del tutto, fammi sapere di te. :) Bacione.

angela ha detto...

ora mi sento più sola...
buona vita, amica di penna o tastiera!

Laura ha detto...

NOOOOO!!! Ho sempre avuto problemi con le separazioni e, nonostante io sia ormai grande (!!), abbia tre figli e tutto ciò che fa la nostra vita di adulti....beh non ci sto!!!! Non si possono iniziare rapporti di amicizia, anche virtuale, e poi sul più bello salutare!!!! E dai, non è possibile!!!! Il mondo è troppo grande per non avere nemmeno un piccolo filo di Arianna....

Lalla ha detto...

Il blog Blog è nato per uno scopo ... ora lo scopo è modificato e nel cammino della tua vita ci saranno altri eventi e altri sogni da realizzare.
Sei libera di chiuderlo... ma raccontaci sempre quello che provi che riceverai sempre una parola di conforto e d'affetto sincero.
Baciotti

Chiara ha detto...

Grazie delle belle parole: fanno sempre piacere, soprattutto il giorno in cui una invecchia ;-)
Quanto a chiudere il blog... ti ricordi quanto ci siamo rimasti tutti male quando LaVale ha chiuso? E oggi ho scoperto che ha riaperto proprio grazie a te!
Bacione
Chiara

tartablu ha detto...

Allora, se volevate farmi commuovere... ci siete riusciti tutti e tutte in pieno... sto piangendo come una fontana... che non e' buono x il mio laptop, che non vedo piu' i tasti. Non lo so se chiudero' il blog e ne apriro' un altro, se transformero' questo. Non lo so. Ma so per certo che NESSUNO di voi si liberera' facilmente di me...
che vi leggo tutti i giorni, anche piu' volte al giorno.
Andando in ordine:
@rainbowsparks: noi ci si vede di sicuro appena torno dalle ferie, nella mia pausa milanese.
@loste: Spaccaball ha sempre ragione... adesso vediamo, tanto ho cucinato il tonno con mamma, buono, lei ringrazia.
@il genovese: e mi cazzi sempre! Uffi! Ma stragrazie x le belle parole (ho visto accessi da Sibiu... vi siete ammazzati di lavoro, eh? :)
@anonimo: se ti firmassi invece di farmi fare la 007... grazie, tante e di cuore. Mi hai stupito, ma te l'ho gia' detto.
@mousi: ehm, grazie, io resto nella blogosfera e vi sto che anche io ti ho appena scoperto, chissa' che nella mia pausa milanese nn ci si becca anche dal vivo. Buon ritorno al lavoro.
@cumino: non sparisco per niente!!! Io continuo a leggerti ed a scriverti...
@angela: grazie dell'augurio, ma io non sparisco dalla blogosfera e soprattutto... ti ho scritto una mail...
@laura: allora, quando ho letto il tuo commento, avrei voluto avere il tuo numero di tel e chiamarti. Faccio anche di meglio, t'ho scritto una mail.
@lalla: smackkone
@chiara: buon compleanno. Mai immagginato di rientrarci qualcosa con la riapertura della Vale. Io alla tua famigliola mi sono affezzionata sai...

Anonimo ha detto...

beh se chiudi sto blog, hai le chiavi del mio, sistemati come piu' ti aggrada, sai dov'e' il bagno e la cucina, il frigo e' pieno, accomodati e fai come ho fatto io a casa tua... ovvero bevi la pepsi sui portacandele ikea...

rimani quanto vuoi e prendi le tue decisioni senza fretta... se hai freddo accendi pure il camino e prepara i popcorn che appena arrivo ci guardiamo un film che cio' un nuovo campanone da 50 dvd pieno.

Nick.

PS: nei momenti di difficolta, fai come me... guardati alexandre, vedrai che finisci sempre con l'addormentarti con un sorriso.

il Genovese ha detto...

Ma guarda te, e ce lo sapevo io! Uno si preoccupa, si attiva, cerca minuti e minuti di preziosa connessione uai-fai per vedere come stai, e si becca pure la malizia!!! :-P

Per il cazziatone, non ti preoccupare, sai che è solo deformazione professionale!! :-PP

Anonimo ha detto...

Hey, ciao! Come stà andando? firmato: cumino

ehvvivi ha detto...

il blog è morto, viva il blog.
arrivo solo ora a leggerti con vergognoso ritardo (la mia leggendaria pigrizia fa sì che io legga giusto i blog di splinder che riesco a sottoscrivere).
se pensi che questa parentesi debba essere chiusa, fai bene.
vorrà dire che ne aprirai un'altra.
in fondo, si addormenta il blog, mica tu.
ti aspetto sempre dellà e in mail.
facci sapere se rientri in italia o rimani a bruxelles.
hai visto mai che la prossima primavera non mi decida a venire, a bruxelles (ho un'amica che ci vive).
un bacione!

ubu ha detto...

Mi piacciono le fini quando sono un nuovo inizio.
Un abbraccio, e in culo alla balena!

Lalla ha detto...

Ogni volta che vado su internet vengo sul tuo blog... per nuove news... Quanta voglia ho di vederti o di ascoltare i tuoi racconti da zero a dieci??? 10000000000000000000000000000000000000000 ma sò che presto ci saranno.
Un abbraccio carico d'affetto,
Lalla

ROSCO ha detto...

quando mia moglie è rimasta incinta mi ha chiesto che nome avrei voluto.
la scelta era ridotta a gabriele o emanuele. però c'erano due persone che mi stavano sui maroni con quel nome e continuavo a dire di no. poi un giorno mi propose samuele e io accettai di slancio, perchè adoro samuele bersani.
ora samuele ha sei anni e nemmeno ci penso che l'ho chiamato così per bersani, è samuele e basta con il suo viso e il suo carattere.
il tuo blog è nato per un caso ed uno scopo ben determinato, la tua vita a bruxelles, ma ora non è più quello. ora è IL TUO BLOG, e tu, nel web, SEI IL TUO BLOG, e noi, nel web, SIAMO IL TUO MONDO. chiudere il blog è una cesura incomprensibile. guarda lavale di mamma per sbaglio, lei aveva motivi seri per chiudere ma è tornata. qualsiasi riapertura con altro nome ti farebbe cambiare pelle e perdere il TUO MONDO.
pensaci.
ti bacio e ti ringrazio per l'affetto.

Laura ha detto...

Ehi, ho letto ora il tuo commento a unmi post in cui mi dicevi che eri a Roma!!!!! Ma in quale punto del mondo vero e in quale della blogsfera sei????

Anonimo ha detto...

C'avemo deciso, news?

Ciao Stella

Laura ha detto...

Ma non era il PENULTIMO post?!

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Si, probabilmente lo e